Negli anni '50 l'Automobile Club Italiano volle dare un forte impulso allo sviluppo turistico del Mezzogiorno, costruendo una propria catena di alberghi da ubicare in centri a vocazione turistica o presso importanti snodi stradali. Erano nati gli Autostello A.C.I. , la risposta italiana ai famosi motel americani, da cui ne deriva il nome.
In Puglia l'Autostello di Altamura vide la luce nel lontano 1955, e si aggiunse a quelli esistenti a Castellana Grotte e Rodi Garganico.





La clientela di passaggio e quella del personale militare americano delle vicine basi aeronautiche dettero il via alla ricettività alberghiera cittadina. Negli anni '70 l'ACI cominciò a vendere le strutture. L'albergo di Altamura fu acquistato dal suo direttore.
La passione per questo mestiere ed i sacrifici dettero i loro frutti, la struttura fu ampliata e ristrutturata, e dotata di comfort secondo gli standard dell'epoca. Era la metà degli '80, l'unica cosa che mancava a questo nuovo albergo era il nome. Il grande interesse del proprietario per la storia dell'imperatore Federico II di Svevia fu d'aiuto, suggerendo l'attuale nome; era nato così l'Hotel Svevia.